Carlo Airoldi

CarloAiroldi.jpg

Carlo Airoldi – Wikipedia

Carlo Airoldi è un personaggio tornato alla ribalta negli ultimi anni grazie alle scoperte di recenti fonti storiche, come alcuni diari di atleti che presero parte alle Olimpiadi del 1896, e alla pubblicazione, nel2005, del libro La leggenda del maratoneta di Manuel Sgarella.
Precedentemente si conosceva poco di lui. Lo stesso libro dello Sgarella è una delle pochissime fonti biografiche esistenti.
Tuttavia tra tutti i personaggi che hanno partecipato alle prime Olimpiadi di Atene, o che abbiano tentato di parteciparvi, è quello che si sta rivelando più interessante per diversi motivi tra cui le modalità del suo viaggio (tutti erano giunti in nave e in treno, ma Airoldi aveva fatto a piedi buona parte della strada) come anche le peculiarità dell’organizzazione di questa iniziativa, basata sulla ricerca di uno sponsor per sostenere il viaggio, a differenza degli atleti anglo-sassoni, ad esempio, che trovavano facili finanziamenti presso le università che frequentavano.
I suoi biografi hanno anche voluto vedere in lui una delle prime vittime delle manovre di giustizia sportiva mirate a favorire un atleta piuttosto che un altro, in quanto la Grecia puntava molto su un suo rappresentante come vincitore della maratona olimpica ed avrebbe avuto tutti gli interessi ad escludere un atleta forte e temuto come Carlo Airoldi.
Inoltre, nella storia dell’atletica italiana, Airoldi si colloca subito prima di un altro celebre e sfortunato protagonista della stessa disciplina olimpica: Dorando Pietri.
La vicenda di Airoldi ha da sempre affascinato storici e appassionati di sport. Uno di essi, Bruno Bolomelli, un giornalista appassionato di atletica leggera, volle ripercorrere in auto il tragitto percorso a piedi dall’atleta milanese per giungere ad Atene[1]. Carlo Airoldi appare inoltre nell’opera in tre atti 1896 – Pheidippides… corri ancora! di Luca Belcastro. In quest’opera si parla dei Giochi Olimpici del 1896 e anche della vicenda dell’Airoldi che, dopo aver percorso un lungo tragitto a piedi, apprende della sua esclusione ai giochi per professionismo.
By saperebysomnians

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s